Etmoide

21 Mar

L’etmoide è un osso impari posto davanti allo sfenoide, sotto e dietro al frontale ,che entra a far parte della costituzione della fossa cranica anteriore e delle cavità nasali e orbitarie. E’ costituito da una lamina sagittale, una lamina orizzontale e due masse laterali.

La lamina orizzontale è detta lamina cribrosa per la presenza di numerosi forellini che danno passaggio a filamenti dei nervi olfattivi , ed è inglobata nell’incisura etmoidale del frontale. Presenta una faccia superiore che fa parte della fossa cranica anteriore e che è depressa tra le docce olfattive che accolgono i bulbi olfattivi, e una faccia inferiore che fa da tetto alle cavità nasali. La lamina cribrosa è sormontata sagittalmente dalla crista galli che rappresenta la parte superiore della lamina sagittare dell’etmoide, che dà attacco all’apice della grande falce encefalica. Si rapporta anteriormente col frontale mediante due processi alari, completando il foro cieco. La lamina saggittale nella sua porzione inferiore prende il nome di lamina perpendicolare ed entra a far parte della costituzione del setto delle cavità nasali, delle quali costituisce la parte superiore (parte inferiore costituita da vomere). La lamina perpendicolare e il vomere si pongiungono posteriormente e anteriormente delimitando un’incisura triangolare dove si inserisce la cartilagine del setto. Ha una forma pentagonale e presenta perciò 5 margini: uno superiore che corrisponde alla linea di distacco con la lamina cribrosa, uno anterosuperiore che si unisce alla spina dell’osso frontale e alla linea d’incontro tra cavità nasali, uno anteroinferiore connesso alla cartilagine del setto e uno posteriore che si articola con la cresta posta sulla faccia inferiore del corpo dello sfenoide.

Le masse laterali prendono il nome di labirinti etmoidali, sono situate davanti allo sfenoide, sopra il corpo del mascellare e la parte perpendicolare del palatino, dietro al processo frontale del mascellare e all’osso lacrimale, e sotto la porzione nasale del frontale. Sono interposti tra le cavità nasali e orbitarie. Risultano fragili in quanto costituiti da lamine sottili che circoscrivono un complesso sistema di piccole cavità, le cellule etmoidali in comunicazione con le cavità nasali. Hanno la forma di parallelepipedi e presentano 6 facce: una superiore che è il prolungamento laterale della lamina cribrosa e che si articola con la faccia nasale del frontale che ne completa le semicellette e che presenta due docce trasversali che per l’articolazione col frontale si trasformano nei canali etmoidali anteriore e posteriore, i quali sboccano lateralmente nelle cavità orbitarie e medialmente nella fossa cranica anteriore; la faccia inferiore si articola con la superficie nasale del mascellare; la faccia laterale, quadrangolare e liscia che forma la maggior parte della parete mediale dell’orbita. E’ molto sottile e lascia intravedere in trasparenza le cellule etmoidali per cui è detta lamina papiracea. E’ situata dietro il lacrimale, davanti allo sfenoide, sopra il mascellare e al processo orbitario del palatino, sotto il frontale. In corrispondenza dell’articolazione col frontale presenta i fori etmoidali anteriore e posteriore che danno sbocco agli omonimi canali; la faccia mediale forma gran parte della parete laterale delle cavità nasali. Da questa si distaccano due lamine ossee che si ripiegano su se stesse dirigendosi medialmente in basso, i cornetti o conche superiori e medi, che insieme alla faccia mediale delimitano il meato superiore e medio. Il cornetto superiore è più piccolo ed è situato nella parte posterosuperiore della faccia mediale. Il cornetto medio è più sviluppato e sporge maggiormente all’interno delle cavità nasali. La sua estremità posteriore si articola con la porzione perpendicolare del palatino. Il meato superiore è più ridotto e riceve lo sbocco delle cellule etmoidali posteriori e dei seni sfenoidali. Il meato medio è più ampio, accoglie lo sbocco delle cellule etmoidali anteriori e presenta sul fondo il processo uncinato che si distacca dall’estremità anteriore del labirinto portandosi indietro e in basso e articolandosi col processo etmoidale del cornetto inferiore, restringendo così lo sbocco del seno mascellare nel meato medio. Dietro al processo uncinato c’è un rilievo sottile la bolla etmoidale. Tra queste due formazioni è presente la doccia semilunare che continua nell’infundibolo etmoidale arrivando sino al seno frontale, che sbocca anch’esso nel meato medio; la faccia posteriore si articola col corpo dello sfenoide e col processo orbitario del palatino; la faccia anteriore si articola con la faccia mediale del lacrimale e insieme all’estremità anteriore del cornetto medio si estende fino al processo frontale del mascellare.

link immagine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: